La Consigliera di parità provinciale Torna alla home page

L'arte e il mestiere delle donne

Mostra diffusa in Barriera di Milano
Dal 28 giugno al 12 luglio 2014

Venerdì 4 luglio, ore 17
Passeggiata urbana attraverso i luoghi della mostra

 

Calendario eventi

«  
  »
L M M G V S D
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31
 
 
 
 

Galleria Multimediale

GESTIONE PORTALE

  • Progettazione
  • Realizzazione
  • Redazione

Il progetto Virginia

 

mostra permanente "Le case di Virginia Woolf"

Data evento: 
21/12/2016 (Tutto il giorno) - 31/12/2017 (Tutto il giorno)

Quattro amici (Bilotta, Manigrasso, Moroso, Pica) avvolti e coinvolti dalla grandezza di Virginia Woolf le dedicano una mostra alla memoria. I nostri 4 hanno pensato di far conoscere ai propri seguaci le case dove Virginia ha vissuto, sia a Londra che fuori Londra.

"Appassionato lettore di Virginia Woolf, tre mesi fa, in una libreria di Portalba, ho la fortuna di avere tra le mani il libro di Jean Moorcroft Wilson, VIRGINIA WOOLF, Life and London, a biography of place, pubblicato a Londra nel 1987 e mai tradotto in italiano. La sopracoperta azzurrina del libro è illustrata dal profilo di Virginia (giovane) contro una facciata di un edificio londinese. Più in basso, quasi al margine, la titolazione del volume è completata con l’indicazione: with Illustrations, Maps and Guides. Subito ne intuisco l’importanza e l’acquisto. Emozionato, lo apro e rilevo che esso è pienamente enjoyable to read, godibile da leggere. Dalla prima all’ultima pagina. Con uno stile semplice ed elegante, l’autrice traccia un ritratto duplice della scrittrice e della città di Londra. Lo spicco dato alla scrittura e alla personalità di Virginia è pari allo spicco offerto dai bei disegni di tutte le case in cui Virginia ha abitato che correda l’opera e che Leonard Mc Dermid ha eseguito incontrando non poche difficoltà. Le case demolite, sono state da lui brillantemente riprodotte studiando vecchie fotografie d’epoca. Entrato nella “magica” atmosfera woolfiana, vi sono rimasto a lungo a fantasticare sui vari momenti di essere della scrittrice e sulla vitalità di Londra che stimola la sua immaginazione. Prima di ogni cosa, però, devo dire che subito mi è venuta l’idea di fare una mostra di queste case. E’ stata come una folgorazione. Quasi provocata dallo spirito di Virginia entrato in contatto col mio. Per empatia? Per simpatia reciproca tra autore e lettore? Perché chiedermelo? Con Virginia, figura eterea, tutto è possibile. Nessuna meraviglia. E’ nel tono degli “amorosi sensi” di foscoliana memoria. Non mi stupisco nemmeno del fatto – ammesso che sia così – che l’unica copia del libro acquistato fosse destinata a me da tempo. Era lì dove l’ho trovata. Giuseppe Manigrasso con la sua scultura, Checco Moroso con i suoi modelli e la Picagallery, mi hanno permesso di realizzare questa empatia. Ricordo a tutti i lettori di Virginia che l’editore di questo libro è Cecil Woolf, nipote di Virginia".   Giuseppe Bilotta

PicaGallery vico Vetriera 16 Napoli  tel. +39 - 081 - 426507   333.7388329

info@salvatorepica.it

http://www.salvatorepica.it/virginiaita.htm

 

 

 

 

Rete Culturale Virginia - Enti promotori: Unione Europea - Fondo Sociale Europeo / Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali / Regione Piemonte / Piemonte Lavoro / Provincia di Torino / Solidarietà Sociale